Slide 1

Ricerca Articoli

Rifiuti di Cantiere

 

 


Un cantiere deve essere considerato come una vera e propria unità produttiva, da suddividere in due macro aree nell’ambito delle quali si svolgono attività differenti che, di conseguenza, danno luogo a differenti tipi di rifiuti, ed a problematiche gestionali contingenti e peculiari per ognuna di esse.

Le due macro aree sono individuabili negli uffici di cantiere e nel vero e proprio sito di costruzione dell’opera pubblica.

Negli uffici di cantiere vengono svolte tutte quelle attività tipiche di ogni struttura di natura amministrativa. Vi troveremo quindi una sezione contabile, una sezione che si preoccupa della documentazione relativa alla sicurezza di cantiere, un’altra dedita alla documentazione relativa alle incombenze ambientali, ancora un’altra che potrà occuparsi del sistema qualità, ed una sezione acquisti e contratti. Vi troveremo sicuramente l’ufficio del Capocantiere e molte altre stanze come la segreteria o l’information technology o ancora l’ambiente per le stampanti e le fotocopiatrici.

I rifiuti che verranno prodotti saranno senz’altro rifiuti tipici di questo tipo di attività: toner, neon, carta, plastica, cartucce delle stampanti, umido, RAEE, ecc… Un misto quindi di rifiuti speciali pericolosi ed urbani.

Nell’ambito invece del sito di costruzione, le attività che vengono svolte sono collegate alla realizzazione dell’opera pubblica e possono essere individuate nei movimenti terra, scavi, sbancamenti, trivellazioni, costruzione di rilevati, di manufatti ecc. Di conseguenza, potranno rinvenirsi in primo luogo rifiuti da demolizione e costruzione od anche amianto, terre e rocce da scavo non qualificabili come sottoprodotti. E a seconda della peculiarità dell’opera pubblica anche altri materiali quali ad esempio le vecchie traverse delle ferrovie, il materiale rotabile da dismettere, gli olii usati delle macchine che vengono utilizzate, ecc.

In questa sezione viene proposta una sintetica illustrazione della normativa che regolamenta alcune delle tipologie di rifiuti sopra richiamate ed appartenenti alle macro aree descritte.

Per le tipologie di rifiuti che hanno una rilevanza maggiore nel sito di costruzione, si è scelto di  approfondirle nell’ambito di aree tematiche dedicate. E’ il caso delle terre e rocce da scavo nella cui sezione vengono approfonditi anche i temi dei rifiuti da demolizione e dei riporti.

Per i rifiuti speciali si rammenta l’obbligatorietà del SISTRI a cui è dedicata una intera area tematica.

Buona lettura!

Chiara Scardaci

CEO & Founder Verdediritto.it